Prestito personale per importo fino a 30.000 €. Nessuna garanzia richiesta. Durata fino a 84 mesi. Massima rapidità di valutazione. A tutte le categorie di lavoratori (autonomi, dipendenti e pensionati)

TAN da 7,90%, TAEG da 8,34%.

Richiedi un preventivo gratuito di prestito personale

DATI ANAGRAFICI:

Cognome

Nome

Indirizzo

Città di residenza

Provincia di residenza

Data di nascita

Luogo di nascita

Provincia di nascita

INFORMAZIONI DI CONTATTO:

Numero di telefono

Indirizzo email

DATI SUL REDDITO E SULLA PROFESSIONE:

Professione

Data di assunzione

Reddito mensile

Datore di lavoro

Numero di telefono del datore di lavoro

DATI FINANZIARI:

Prodotto

Importo

Durata in mesi

Finalità

Note

Dichiaro di aver letto e accettato l'informativa ai sensi del decreto legislativo n.196 del 30/6/2003.


prestitoPer ottenere un prestito personale è necessario avere un’età compresa fra 18 e 75 anni e avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato, con un’anzianità lavorativa di almeno 1 anno per i dipendenti e di 2 anni per gli autonomi. Oltre ai lavoratori (dipendenti, autonomi e liberi professionisti), anche i pensionati possono richiedere questo tipo di prestito. Un altro principale requisito per accedere a un prestito personale è godere di buona posizione creditizia (assenza di protesti, pignoramenti o segnalazioni come “cattivo pagatore”).

Il prestito personale è un prodotto che prevede il finanziamento di una somma prefissata ad un tasso di interesse fisso e rimborsabile secondo un piano di ammortamento a rate costanti. Rientra nella categoria dei prestiti non finalizzati cioè in quelle operazioni di finanziamento non direttamente collegate all’acquisto di uno specifico bene o servizio. Quindi, a differenza di quanto accade nei prestiti finalizzati, non entra in gioco la figura del convenzionato.

Di conseguenza, se la richiesta di finanziamento viene accettata, l’erogazione della somma pattuita avviene direttamente nelle mani del consumatore, e non ad una terza . Manca anche la presenza di un bene o servizio acquistato che possa fungere da garanzia per l’insolvenza del debitore, cosa che rende questo prodotto piuttosto rischioso per l’istituto finanziatore. Il prestito non finalizzato, infatti, non prevede la presenza di garanzie reali (come un bene acquistato), anche se può capitare che la società finanziatrice richieda delle garanzie personali come la firma di un coobbligato o una fideiussione.

Il prestito personale è un prodotto normalmente concesso dalle banche e dalle società finanziarie specializzate, e gli importi finanziabili possono variare da un minimo di 1.500 a 40.000 Euro. Possono coesistere altri finanziamenti in corso.

 

Condividi contenuto